Realizzazione Silos

REALIZZAZIONE SILOS

Realizzazione Silos in cemento armato

La tecnica a casseri scivolanti consiste essenzialmente in un complesso di casseforme metalliche scorrevoli dal basso verso l’altro ed atte a contenere getti di conglomerato semplice armato o precompresso con inerti pesanti o leggeri.

silos1Le casseforme, normalmente dell’altezza di 1,00 m., vengono montate all’inizio del lavoro su perimetri interni ed esterni dell’opera da eseguire, e smontate soltanto dalla sommità dell’opera stessa, a lavoro ultimato.
Il sollevamento verticale delle casseforme è ottenuto mediante un sistema di martinetti idraulici da 6,4 tonnellate cadauno, collegati con tubazioni entro le quali scorre l’olio azionato da un’unica pompa oleodinamica centrale per alte pressioni (fino a 250 atm. ma con pressione d’esercizio di 100 atm.).


Le casseforme, inoltre, sono fissate a staffoni (cavallotti) in ferro posti a determinati interassi, che, oltre ad avere il compito di trascinare le casseforme mediante l’azione dei martinetti idraulici, hanno anche lo scopo di mantenere fisso e inalterato lo spessore del calcestruzzo gettato entro le casseforme stesse.
Le attrezzature sono completate da un ponte di lavoro perimetrale esterno della larghezza minima di m. 0,90 e da analogo altro ponte perimetrale interno della larghezza minima di m. 1,20.


E’ consigliabile procedere alla chiusura totale, con piano di lavoro, dei vani interni delle celle di limitate dimensioni.

Il piano di calpestio in tavoloni, adagiati sui profilati in ferro dei pannelli, è posto ad almeno 5 cm. oltre la sommità della cassaforma.
Un secondo ponte di sicurezza solidale con quello superiore di lavoro, è posto a m. 1,80 dalla base inferiore della cassaforma ed è munito di tavole fermapiedi in ambo i lati e corrimano di sicurezza.


silos2I martinetti idraulici scorrono su barre in acciaio trattato a freddo del diametro di 25 mm. sulle quali si arrampicano sollevando di conseguenza verso l’alto tanto gli staffoni quanto le casseforme fissate agli stessi.
Tutti i martinetti simultaneamente azionati dalla pompa oleodinamica centrale ad azione intermittente, vengono sollevati contemporaneamente di 2,5 centimetri per volta.


La velocità media di sollevamento è di 35-40 cm. all’ora; il sollevamento giornaliero delle casseforme, considerando 8 ore di lavoro, è di circa 3,00 m., tuttavia nella stagione estiva, si posso raggiungere elevazioni di 6,00 m. ed oltre. Più sollecito è l’indurimento del calcestruzzo, tanto maggiore può essere l’altezza giornaliera del getto.